Catene furgone e per auto: una scelta obbligata

Se si vuole rispettare quanto è previsto dalla legge italiana, è suggerito avere a bordo del proprio mezzo dal 15 novembre e fino al 15 aprile almeno le catene. Quindi, tanto le catene furgone quanto le catene auto, sono un obbligo di legge.

Ma, a prescindere dal fatto che siano obbligatorie, vi è da dire che l’averle a bordo consente di poter godere di una maggiore sicurezza nell’affrontare il rigido periodo invernale.

Il loro vantaggio principale, oltre la loro presa, è che sono particolarmente resistenti, il che permette di dare al proprio mezzo la stabilità e la tranquillità di poter percorrere la strada senza alcun pericolo. A tal proposito, è bene anche ricordare che con le catene montate, il codice della strada prevede una velocità massima di cinquanta chilometri orari. Vediamo come scegliere il modello giusto.

Come scegliere il modello giusto

Prudenza innanzitutto. Anche se sono una sicura scelta è sempre bene guidare con attenzione. Nello scegliere il modello giusto, si dovrà, per prima cosa, verificare se il proprio mezzo sia catenabile e cioè abbia lo spazio necessario tra il parafango e il pneumatico.

In generale, esse vengono ad essere montate sulle ruote motrici, ad esclusione dei veicoli 4×4, ove sarebbe suggerito che ogni ruota motrice abbia la sua catena montata.

Di base si possono individuare due tipologie. La prima racchiude le catene che sono a tensione manuale, mentre nella seconda si possono scegliere quella a tensione automatica. Una terza via è rappresentata da catene alternative come, ad esempio, quella tessile e i “ragni”.

Leggi di più portapacchi auto.